Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Mondello’

FRESH news


Sabato mattina: neve a Palermo e seconda grandinata a Mondello. A tavola, a pranzo, dicevo a mia madre: “Adesso dobbiamo decidere se tornare in camera o…” “Andare a giocare al Polo Nord” finisce mia figlia…!!! X

Annunci

Read Full Post »

Vacanza al mare, day 2


Oggi ho solo due cose da dire: stanotte grandine e da ieri B&B senz’acqua. Secchi di aqua di mare nel water e lavarsi con bottiglie di minerale e salviettine umidificate. Troppa acqua fuori, niente dentro 🙂

Read Full Post »

Vacanza al mare, day 1


Primo giorno di vacanza al mare in Sicilia, a Mondello, vicino Palermo. Fuori ci sono … 8 gradi! C’e’ una pioggia battente, che insiste da stamattina, un vento da rovesciare gli ombrelli, onde da campionato mondiale di surf. Vorrei tanto pubblicare una foto che ho scattato dalla terrazza, ma sono una chiavica e non riesco a far funzionare il blue-tooth!! Magari stasera i miei nipoti adolescenti sapranno aiutarmi… 😦 comunque stamane dopo colazione ci siamo avventurate fuori, x comprare tutte quelle cose che abbiamo dimenticato a casa – una lunga lista, che vi risparmio! Bambine pronte con piumini, berretta di lana e provvide mantelline impermeabili portate dalla nonna previdente. Cominciamo con uno slalom tra le pozzanghere – io e mia madre cerchiamo in ogni modo di farle evitare alle bambine, ma loro hanno il radar in posizione ENTUSIASMO ed almeno una su quattro riescono a raggiungerla in pieno, nonostante i nostri sforzi. Dopo la spesa cerchiamo un posticino in cui mangiare, piu’ che x fame, x occupare il tempo. Vediamo un’insegna che dice “arancini pizza panelle” e ci fiondiamo dentro. L’ambiente e’ decisamente squallido, un postaccio, che era gia’ accio 20 anni fa, con poster di bambini in bianco e nero, vestiti da adulti, con cappelli troppo grandi e mazzi di rose, che si baciano: avete presente gli anni 80? Ma dietro la vetrina ci sono 6 metri di pizze, focacce, arancini, fritture, crocchette, etc. Anche la fauna locale ai tavoli ci incoraggia, tutti pescatori, rimasti a terra x il tempo: se ci sono loro vuol dire che si mangia bene. Non ci vengono dati piattini ne’ tovagliolini, solo carta da salumiere, e mangiamo prelibatezze fritte e… scaldate al micro-onde!!! Stasera crisi di fegato x tutti. Chiediamo all’inserviente, vedendo degli involtini con le sarde: cosa sono quelli? Risposta: involtini con le sarde. Ma dai? Ma con cosa sono fatti? Con le sarde. Non l’avremmo Mai detto! Ma cosa c’e’ dentro? Le sarde. (!!!) e poi? Il ripieno. Ci arrendiamo. Diciamo che siamo state fuorviate dagli astanti, tutti sicuramente amici del proprietario piu’ che clienti, li’ x simpatia, che avevano di certo gia’ mangiato a casa quello che le loro mogli avevano amorevolmente preparato! Il proprietario pero’ ha fornito l’intrattenimento, visto che se ne stava pacifico accanto alla porta spalancata in t-shirt e bermuda!! Ci ha tenuto a farsi toccare, il braccio :-), da mia madre, x provarci che non aveva freddo! Visto che oltre a piattini e tovagliolini mancava pure il caffe’, abbiamo lasciato il locale senza rimpianti ed abbiamo attraversato la piazza x andare al bar Renato. E li’ ci siamo sentite finalmente in Sicilia! Cannoli ripieni, pastarelle, cornetti, pasta di mandorle ed ogni prelibatezza si presentava sfacciata da dietro un bancone invitante e pulito. Per non parlare della zona rosticceria! Tutti affabili e gentili, il proprietario ha anche regalato i chupa-chupa alle mie figlie. E c’erano perfino i tovagliolini! Abbiamo trovato il nostro bar-sotto-casa-lontano-da-casa, un passo importante x il primo giorno di vacanza.

Read Full Post »


Sono in pigiama, davanti al PC, la mia bimba più grande è appena andata a scuola col papà, la piccola guarda i cartoni. La giornata è grigia, tutto sembra immobile, tranne il lago – non è agitato, ma si direbbe che c’è corrente. Questo è il mio angolo di mondo, quello che vedo fuori dalle finestre di casa e quello che c’è dentro di esse. La mia patatina bionda e tonda mi chiede di sbucciarle la banana, io le chiedo un bacino e mi da una slinguata – io mi ritraggo un po’ disgustata (è la sua mania ultimamente, mettermi la lingua in bocca – io le ho detto che si fa tra fidanzati, ma che vuoi, a lei fa ridere!  :-)), le porgo la banana e lei mi dà un dolcissimo bacio con la sua boccuccia. Mi compiaccio, nel mio comfort. Ma tra pochi minuti mi alzo e finisco le valige. Stasera andiamo al mare: io, le bimbe e mia mamma. Il mio maritino dice che si darà a feste goliardiche, ma lo fa per spazzare col sorriso un po’ di malinconia. Mancherà anche a noi, le bambine conteranno i giorni al rientro – come la grande ha già fatto l’anno scorso, una settimana al mare con il conto alla rovescia, mattina e sera. Mancherà anche a me. E poi parto con mia mamma, non é un dettaglio, l’ultima vacanza insieme dovrebbe essere stata 19 anni fa. Ero una ragazzina, in Costa Rica, in mezzo ai surfisti… 😀 Al mare con la nonna, ci sono arrivata anch’io! 😉 Chi l’avrebbe mai detto. Insomma, andiamo in Sicilia, due settimane scarse, ma l’organizzazione di questa vacanza mi ha messo un po’ d’ansia: per chi resta, per chi parte, per le cose da fare e non dimenticare, perché mi sembra chissà perché un tempo lunghissimo. Vi aggiornerò, vi racconterò un po’ come ho fatto da Roma, stavolta le mete sono Mondello e Palermo (tengo famiglia), promettenti, no? Temo brutto tempo, liti e noia – ma spero in mare, spiaggia, buona compagnia e buon cibo! Growing up well into the adult age, a DYI manual: stepping out of your comfort zone, phase n#: going to the sea in winter with your coughing kids and your mother. I’ll get the hang of that one too, but I’d much rather travel alone to NYC or even some godforsaken place, that would make me much less unseasy… 🙂

XXX

PS: Non sperate nemmeno lontanamente di avere anche voi diritto ad una vacanza dal blog: con tutto il tempo che avrò x leggere i giornali, finirà che vi ammorberò 😉

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: