Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘festa’


I più fedeli lettori del blog (e se sono lettori del blog sono fedeli, non c’è scampo!) si ricorderanno di Nina, una bambina molto particolare, e della sua altrettanto singolare famiglia. Dopo aver avuto l’onore di averle qui tra noi lacustri per tutto il mese di agosto, sono finalmente tornate a Roma senza di loro non sappiamo come fare ;-). Ci abbiamo pensato e crediamo che anche con tutta la forza, l’ironia e la determinazione di Mami Compulsiva, Papà Velcro e Piccola Hooligan, certe cose vengano meglio quando affrontate in compagnia: le difficoltà, ma anche le feste! Per fortuna Nina ha tanti amici e noi siamo tra quelli: speriamo vi unirete numerosi a noi per una giornata di allegria in onore della Microba più tenera (e tosta!) che io abbia mai avuto la fortuna di conoscere. Il blog In Viaggio con Nina apre una porta su un modo coraggioso e vitale di affrontare la disabilità e le avversità quotidiane – perchè poi non è che se hai in famiglia un disabile, tu sia immune dalle comuni menate che ammorbano anche la vita di tutti gli altri, il mondo non si ferma per nessuno! E noi non ci fermiamo per nulla al mondo: sabato 5 ottobre, tutta la giornata in festa!

Screen Shot 2013-09-24 at 9.50.20 PM

NB: se voleste “sponsorizzarci” con qualsiasi donazione/contributo, saremmo felici di far sapere ai nostri ospiti della vostra generosità!!

Annunci

Read Full Post »


E’ il compleanno della Principessa Spessa. Già ieri sera, nel suo lettino, canticchiava incessantemente “Domani è il mio compleanno, domani è il mio compleanno, domani è il mio compleanno”, tanto che sua sorella maggiore Reginella non riusciva a prendere sonno! Oggi, di buon’ora, le due sorelle sono sveglie e fresche come l’aria del mattino. La Principessa Spessa è felice, sa che oggi è una giornata speciale e, dal suo sorriso, lo capiscono anche tutti quelli che incontra! Quando arriva a scuola, si avvicina sorniona alla maestra e le sussurra “Lo sai che oggi è il mio compleanno?” e mentre lo dice, con le labbra, le solletica l’orecchio. La Principessa Spessa sorride e fa sorridere tutti quelli che le stanno intorno. Mentre è a scuola, la mamma le prepara la festa, alla quale ha invitato tutti i bambini più simpatici del reame! La mamma prepara biscotti e pizzette, apparecchia la tavola, gonfia i 1000 palloncini, impacchetta i regali. Dopo scuola le sorelle rientrano e si preparano per la festa, con abitini eleganti e… macchè, non c’è tempo! Sono già arrivati gli ospiti! Reginella corre incontro agli invitati, mentre d’un tratto la Principessa Spessa appare… intimidita… Gli amichetti ed amichette arrivano uno dopo l’altro e consegnano alla Principessa Spessa i doni che hanno portato per lei. Uno dei primi ad arrivare è un delizioso vestitino viola, con un bel nastro bianco sul petto, che le ha regalato la cuginetta Giulietta: in un battibaleno la mamma coglie l’occasione di sfilare la maglietta alla Principessa Spessa, baciare la sua panciotta rosa e morbida, e ricoprirla con l’abitino nuovo. “Ooohhh! Ma come sei elegante Principessa Spessa!”, le dicono i suoi amichetti. Ma la Principessa Spessa abbozza un sorriso e non risponde. Intanto, nel grande giardino lambito dalle onde scintillanti del lago, Reginella e gli altri bambini giocano e corrono, lanciano gridolini, si arrampicano sugli alberi, e fanno tutte quelle cose che fanno i bambini alle feste. La Principessa Spessa rimane vicino alla sua mamma, che comincia a preoccuparsi, vedendo che la sua bambina non sembra godersi la festa, che aveva atteso con trepidazione. “Va tutto bene amore mio?” La Principessa Spessa annuisce con decisione, ma non si muove. “Pozzo avele un zucco?” è tutto ciò che chiede, mentre apre ancora qualche pacchetto: ogni volta sorride e ringrazia, ma manca d’entusiasmo, è innegabile. Quando apre il pacchetto di Checca e trova un album di mandala, decide che vuole sedersi con i pennarelli nuovi e colorare. Prende uno sgabello e si mette in un angolo della terrazza, di schiena al giardino, faccia al muro, testa bassa e… colora! La mamma prova a suggerirle di andare a giocare: “Principessa Spessa, ma è la tua festa!! L’hai tanto attesa! Non vuoi giocare con tutti i bambini?” La Principessa Spessa scuote vigorosamente la testa: “No, vollo cololale!”.  Reginella e gli altri continuano a giocare indisturbati: si nascondono e giocano a prendersi  – ogni tanto un bambino si stacca dal gruppo e si mette accanto alla Principessa Spessa: lei colora imperterrita e loro la vanno a trovare. Giunto il momento di spegnere le candeline, la Fatina Delizia appare con una magnifica torta, che ritrare un prato verde fiorito ed una casetta bianca, con un sentiro di ciottoli che la raggiunge.

Tutti gli ospiti sono incantati! Finalmente la Principessa Spessa si distoglie dal suo album e raggiunge gli amici davanti alla tavola imbandita. La mamma accende le candeline, battagliando contro la brezza primaverile, e la Principessa Spessa le spegne d’un fiato! “Tanti auguri a te…” cantano tutti insieme. La Principessa Spessa sorride felice, si fa dare un pezzo di torta e… torna al suo album da colorare! Verso la fine della festa c’è un folto gruppetto di bimbi intorno alla Principessa Spessa: ammirano i colori dei suoi disegni e chiacchierano piacevolmente. Nel frattempo Reginella è… chiusa nella carrozza di famiglia, intenta a leggere! Quando quasi tutti gli ospiti sono partiti, le due sorelle restano con la zia Fiamma e qualche amichetto: la premurosa zia fa giocare i pochi bimbi rimasti e le due sorelle finalmente scorazzano insieme per il prato. Quando arriva la sera la mamma chiede alla Principessa Spessa se si è divertita: “Sììììììì!” risponde lei felice. “Ma non avresti voluto giocare di più coni tuoi amici?” domanda la mamma, con una certa apprensione “Il tuo libro lo puoi colorare tutti i giorni, oggi era la tua festa di compleanno!” Sorridente e soddisfatta la Principessa spessa risponde: “Ma io cololavo pecchè mi piazeva, è ztata una fetta bellizzima!!”

Doveroso PS: “Principessa Spessa” è il brillante soprannome che ha dato la maestra d’asilo alla mia pupa, il merito non è mio. Grazie Erica – per tutto, non solo per questa perla xxx

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: